Ogni anno sono numerosi i maestri e le maestre che portano all'interno delle scuole italiane e non solo, l'impegno della dott.ssa Chiara Castellani. Iniziative autonome con l'obiettivo di sostenere i nostri progetti e sensibilizzare le alunne e gli alunni a tematiche importanti come il diritto allo studio o alla salute. Crediamo nell'importanza della scuola, dell'educazione, un cammino fondamentale per un futuro migliore. Se anche tu desideri coinvolgere i tuoi studenti non esitare a contattarci. A seguire alcune delle fantastiche iniziative realizzate recentemente.

UNA SCUOLA GRANDE COME IL MONDO

Il giorno 24 Novembre 2016 la Dott.ssa Chiara Castellani ha incontrato gli studenti del Convitto Nazionale di Roma. Dopo l'incontro è emerso il desiderio di scrivere una lettera per omaggiare e ringraziare la Dott.ssa Castellani per il bellissimo esempio donato. Ringraziamo tutti coloro che hanno reso possibile questa esperienza, in particolare gli studenti della classe IV A

A seguire alcuni messaggi in forma anonima:

"Gentile Dottoressa Castellani,
in questo breve messaggio vorrei cercare di farle capire quanto il suo incontro mi abbia commosso. 
All'inizio come in tutti i meeting ero un po' intimorito, perché mi trovavo al cospetto di una persona famosa e così coraggiosa come lei. Però, vista la naturalezza con cui ci parlava, la franchezza con cui ci metteva a conoscenza dei più struggenti particolari della sua esperienza e l'emozione percepibile nella sua voce quando doveva condividere quei momenti difficili che l'hanno sempre di più convinta a proseguire la sua opera di volontariato, mi sono sentito quasi parte integrante della sua storia. Non negherò che avevo gli occhi lucidi al racconto della morte del suo amico Pierre (mi perdoni se il nome è scritto in modo scorretto) e in quello della storia del suo incidente. 
Vorrei semplicemente dirle che oltre una profonda commozione, questo incontro mi ha fatto provare una profonda ammirazione per una persona che ha fin da piccola lottato per i valori in cui credeva. Ripenso spesso a lei e a quanto fa ed ancora oggi continua a fare, per la sua lotta contro l'AIDS, per la sua determinazione contro le minacce, per il suo aver continuato dopo ogni momento complicato della vita, per continuare a lottare ancora oggi e insegnare ai congolesi come migliorare le loro condizioni di vita difficili. 
Le auguro tutto il meglio e di passare un sereno Natale,
 IV A scientifico"

" L'incontro con lei è stato illuminante sotto diversi aspetti: prima di tutto per il semplice fatto di aver ricevuto informazioni di prima mano su come realmente funzionino le cose in Africa e in particolare in Congo, ma anche per essermi reso conto della forza e della determinazione che mette in atto per lavorare in quel campo.
Di conseguenza vorrei ringraziarla ancora una volta per averci parlato.
 IV A scientifico"

"La vorrei ringraziare del tempo che ci ha dedicato. Mi ha trasmesso che con la forza di volontà si può fare tutto.
 IV A scientifico"

" Dottoressa Castellani, la vorrei ringraziare per tutto ciò che fa e che ha fatto, per tutto l' amore per la vita di cui è testimone con la sua attività, per il duro lavoro che solo una persona speciale come lei è stata capace di intraprendere.
IV A scientifico"

"Ho apprezzato molto il suo intervento e lo ho trovato molto interessante. Penso che passare la vita a disposizione degli altri sia assolutamente una cosa fuori dal comune e persone speciali come lei sono le sole in grado di farlo. Grazie
IV A scientifico"

"Da un po' di mesi a questa parte la risposta al "che vuoi fare da grande" la vedevo sempre più difficile, troppe possibili strade da intraprendere, senza vederne una fatta veramente per me. La scelta si stava concentrando su medicina, perché materia affascinante, con molti sbocchi e in continua evoluzione... L'avevo scelta curandomi solo dei miei interessi senza pensare a cosa avrei potuto veramente fare per gli altri. L'incontro con Lei ha decisamente cambiato le carte in tavola. Sentire cosa è stata capace di fare, con l'umiltà tipica delle persone grandi di cuore, mi ha aperto gli occhi su quanto noi siamo accecati dal successo, dal voler arrivare in alto a tutti i costi in ambito sociale, lavorativo, economico, senza renderci conto che la meta più alta a cui si possa puntare sta nel renderci utili, nel fare qualcosa per gli altri e far si che la nostra esistenza abbia un senso; continuare a vivere nel cuore di chi ci lasciamo alle spalle è il vero obbiettivo. Ora la mia scelta non è più un "la facoltà meno peggio", ma piuttosto uno strumento per obbiettivi più ambiziosi, con la consapevolezza di quanta responsabilità e soddisfazione possa avere un medico, in grado di fare la differenza tra la vita e la morte. Grazie ancora di cuore per averci fatto vivere un po' nel suo Congo, per averci reso testimoni di progetti così grandi e la saluto nella speranza di vedere qualcuno di noi, un giorno in grado di raccontare di aver compiuto un decimo del bene che lei continuamente dà ai più bisognosi. 
 IV A Scientifico"







Un incontro da non dimenticare! Il 14 dicembre 2015 abbiamo incontrato Chiara Castellani.

k

Gli alunni e le alunne della scuola secondaria di I grado "Michelangelo" di Bari hanno incontrato la Dott.ssa Chiara Castellani e realizzato questi due fantastici video per raccontare le loro impressioni sull'evento!

Ringraziamo Il Dirigente Scolastico, il Corpo Docenti, gli alunni e tutti coloro che hanno reso possibile questa incredibile iniziativa.

Ancora grazie, complimenti ma soprattutto alla prossima!
http://www.scuolamichelangelo.gov.it/sito13/148-un-incontro-da-non-dimenticare-il-14-dicembre-2015-abbiamo-incontrato-chiara-castellani.html

Tutti i colori del mondo

 

bimbi mondo

 

Una stupenda iniziativa dell'insegnante Maria Teresa De Fedele, dei suoi studenti e delle famiglie del Canton Argovia. Una recita di Natale realizzata per sensibilizzare e sostenere i progetti promossi dalla dott.ssa Chiara Castellani.

Vi riportiamo la descrizione in sintesi della recita.
Il Natale è senza dubbio la festa più attesa dell’anno non solo da noi bambini, ma da tutti perché è la festa dell’amore e della bontà. Il canto che abbiamo scelto per iniziare il nostro spettacolo dice: “A Natale puoi fare quello che non puoi fare mai”…. ed è proprio così.

Spesso ci ricordiamo degli altri solo a Natale… la frenesia della quotidianità, il desiderio di avere sempre di più, l’egoismo di pensare solo alle cose nostre, ci fa chiudere gli occhi su quello che vicino a noi sta succedendo.

A Natale però improvvisamente ci sentiamo tutti più buoni e ci ricordiamo di chi è meno fortunato di noi e magari perché no, ci adoperiamo con piccoli gesti di solidarietà.

Noi bambini attraverso un viaggio nei continenti abbiamo scelto di esplorare l’universo delle diversità umane perchè vogliamo che il nostro augurio non rimanga chiuso su noi stessi, sui nostri problemi e le nostre situazioni.

Il messaggio che vogliamo trasmettere è un messaggio di pace e d’amore unanime, dipinto dai colori del mondo.

Chiara Castellani a Taranto

Il 20 Dicembre 2014 Chiara Castellani ha incontrato gli studenti dell'Istituto Pacinotti di Taranto, vi riportiamo un articolo pubblicato (fonte dell'articolo) dall'associazione Salam.

Nell’Aula Magna dell’Istituto Pacinotti di Taranto,  si è tenuto l’incontro dal titolo “Donne che cambiano il mondo: Chiara Castellani a Taranto”,  fortemente voluto dal Centro Interculturale Nelson Mandela di Taranto che l’ha organizzato  in collaborazione con l’Istituto Pacinotti e l’associazione Peacelink, che supporta da anni il lavoro e l’impegno di Chiara Castellani in Congo, e che si inserisce in un più ampio ciclo di incontri e conferenze realizzati in tutta Italia dalla Onlus “Insieme con Chiara Castellani”.  L’audio dell’incontro “registrato” dal giornalista Maurizio Bolognetti  di Radio Radicale è possibile ascoltarlo qui. Il video dell” incontro ripreso dalla telecamera di Luciano Manna, redattore di Paecelink  è  possibile vederlo anche da questa pagina oppure nella pagina di Peacelink che lo ha messo a disposizione di tutti.  

Testimone diretta  della complessa realtà africana, Chiara Castellani ha attraverso la sua voce, fatto conoscere la sua incredibile storia di vita e di lavoro al servizio dei più deboli  nella Repubblica Democratica del Congo. Medico chirurgo con specializzazione in ginecologia e ostetricia, dal 1990 lavora in condizioni difficilissime a Kimbau, alla direzione di un ospedaletto abbandonato dai belgi, affidatale dall’Aifo  (Associazione Amici di Raoul Foullerau).
Per la sua singolare vita dedicata al prossimo, nel 2005 viene insignita dal Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi dell’onorificenza di Ufficiale della Repupubblica Italiana.

 Unico medico per 150 mila abitanti, si trova a lavorare in condizioni difficilissime: senza acqua né corrente elettrica e con scarsi medicinali. Ogni giorno offre cure mediche gratuite. Nel 1992 a seguito di un incidente stradale che le provoca lesioni gravissime al braccio destro, subisce l’amputazione dell’arto. La mutilazione non limita però la sua attività poichè impara a scrivere con la mano sinistra e ad usare la protesi nella quotidianità della sua vita professionale. Continua a lavorare nonostante sia diventata un “passero con un’ala sola”; continua e sempre più determinata a lavorare nel suo ospedaletto salvando migliaia di vite umane: vittime della guerra tra Kabila e Mobutu, e delle emergenze sanitarie come il diffondersi della tubercolosi, dell’Aids, e dell’epidemia di Ebola, il virus che nel Paese africano ha già provocato 1.900 morti.  E di Ebola come anche del diritto alla salute, Chiara Castellani ha parlato durante l’incontro al Pacinotti . Un diritto – quello alla salute – riconosciuto dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani ma che viene continuamente disatteso, soprattutto nei paesi poverissimi africani dove solo chi paga può essere curato. Un’ingiustizia contro cui Chiara Castellani si batte ogni giorno, lavorando in diversi centri di salute, promuovendo corsi di formazione per medici e infermieri, e realizzando progetti fondati sul diritto alla salute e alla formazione e con il supporto della Onlus “Insieme a Chiara Castellani”. Ed in tutti questi progetti di solidarietà, ha fatto e continua a fare da tramite fra l’Africa e l’Italia, Paolo Moro che l’ha accompagnata anche a Taranto. 

L’incontro indirizzato in particolare ai giovani  e agli studenti ha visto la partecipazione anche di  quaranta minori stranieri non accompagnati presenti nei centri di prima accoglienza gestiti dall’Associazione Salam ong che hanno consegnato alle persone presenti i loro biglietti d’auguri. Dopo lo scambio d’auguri, un piccolo momento di convivialità e di degustazione di dolci donati da una Signora Siriana prima di salutare la dottoressa Castellani che ha concluso il suo viaggio in Italia per riprendere il suo cammino di speranza per il Congo:  il cammino per un sogno: “arrivare insieme a portare il diritto alla salute e il diritto al cibo a chi ancora oggi vede questi e molti altri diritti negati”

Qui di seguito troverete anche gli articoli pubblicati da

Bolognetti Maurizio – Radio Radicale – Bolognetti: il coraggio di sognare di Chiara Castellani 

Lasaponara M. -Vivavoce – CHIARA CASTELLANI MEDICO IN TRINCEA CI RACCONTA L’AFRICA E CI CHIEDE DI ROMPERE IL SILENZIO

Rana F. – de Il quotidiano di Taranto (QUI SOTTO)

 

Insieme a Chiara Castellani Onlus - Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale, ha sede in Roma, Viale Umberto Tupini n.113, C.F.: 90047140745
Sito ottimizzato da Emanuele Cusimano